torta di pancarre con la mortadella per Giusi e Gianluca

 https://blog.giallozafferano.it/allacciateilgrembiule/

Ingredienti

  • 1 pacco di pane da tramezzini (o pancarre)
  • 150 ml Latte
  • 150 g Mortadella
  • 150 g Edamer
  • 30 g Burro
  • 1 uovo
  • 1 pizzico Sale
  • Pangrattato

 

Preparazione

  1. Se avete il pancarrè classico togliete i bordi scuri altrimenti se avete il pane da tramezzini (quello bianco lungo) tagliatelo solo a metà.

    Mettete in una ciotola l’uovo, il latte e un pizzico di sale e sbattete con la forchetta o con la frusta a mano per amalgamarli bene.

    Mettete ogni fetta di pancarrè nel composto di latte e uovo e fate uno strato in una teglia con carta forno.

    Mettete sopra al pane uno strato di mortadella e uno strato di edamer a fette sottili poi fate un altro strato di pancarrè bagnato nel latte e uovo di nuovo uno strato di mortadella e edamer e finite con un terzo strato di pane bagnato.

    Cospargete la superficie di pangrattato e mettete il burro a fiocchetti sopra.

    Mettete a cuocere la torta di pancarre in forno preriscaldato ventilato a 200° per 15 minuti circa o comunque fino a che la torta sarà diventata dorata e con la crosticina croccante.

    Sfornate la torta di pancarre e aspettate un paio di minuti prima di tagliarla.

    Servite la torta di pancarre ben calda e filante.

Lasagna di pancarre

Lasagna di pancarre

https://blog.giallozafferano.it/ricettepanedolci/

 

Ingredienti
30 fette di pane per toast
2 uova
300 ml di latte
200 g di prosciutto cotto
200 g di formaggio ( scegliete tra edamer, asiago, provola o altro a vostro piacere )
sale qb
pan grattato qb
olio evo qb

Preparazione
In una ciotola mettere le uova , il latte ed un pizzico di sale. Mescolare bene tutto con una forchetta.
Prendere le fette di pane per toast oppure pane per tramezzini e privarle della parte marrone ( ossia i bordi ).
Inzuppare le fette di pancarre nel latte ed uova e disporle man mano in una teglia rettangolare formando prima una fila, quindi unendo uno strato di fette di prosciutto cotto, poi uno strato di formaggio e un’altro di prosciutto cotto, ed infine un’altro di pancarre’.
Formare tre file, di cui l’ultima deve essere di panacarre’.
Aggiungere alla superficie un po’ di olio evo, del pan grattato ed infornare per 35 minuti a 200°
Appena pronta la lasagna di pancarre lasciatela intiepidire per 10 minuti e servire

ramequin (gratin di pane e formaggio)

Ingredienti per il ramequin (gratin di pane e formaggio)

(dosi per 4 persone)

Spalmate con il burro le fette di pane, deponetele su delle placche coperte da carta forno e passatele in forno a 240 gradi per 5 minuti. Toglietele dal forno e abbassate la temperatura a 200 gradi.

Disponete le fette di pane tostate in una pirofila imburrata. Spruzzatele con il vino bianco.

Versate il latte, le uova, il formaggio e un po’ di sale e di pepe in una ciotola. Sbattete per amalgamare. Montate a neve ben soda la panna e unitela al composto. Versate il tutto sopra al pane.

Cuocete per circa 20 minuti nel forno caldo a 200 gradi.

Servite subito questo gratin di pane e formaggio ben caldo. A piacer potete anche preparare il ramequin in pirofile individuali.

 

https://www.buttalapasta.it/

Gratin di pane, latte e fontina

Homepage

  • 350 g Latte
  • 4 pz Fette di pane casareccio
  • 60 g Fontina
  • 60 g Grana grattugiato
  • 2 pz Uova
  • Noce moscata
  • Burro
  • Sale

 

Battete le uova in una ciotola, unitevi il latte, abbondante noce moscata grattugiata e un pizzico di sale. Inzuppatevi le fette di pane, lasciate che assorbano bene il liquido, quindi disponetele in una pirofila che ne contenga giustamente due.

Distribuite sul pane metà della fontina, tagliata a filetti con una mandolina, poi metà del grana; posizionate quindi le altre due fette nella pirofila e cospargete anche questo secondo strato di pane con fontina e grana.

Distribuite in superficie qualche fiocchetto di burro, infine infornate a 180 °C per 25′. Servite il gratin caldo.

 


Lasagne con radicchio e pistacchio

Ingredienti

  • 300 g sfoglia di pasta all’uovo
  • 1 l besciamella
  • 1 cucchiaio pesto di pistacchi
  • 50 g Radicchio
  • 200 g Asiago
  • 1/2 Arancia

Preparazione

  1. Prepariamo la besciamella e aggiungiamo il pesto di pistacchi e la scorza grattugiata di mezza arancia, mescolando per bene.
  2. Tagliamo il radicchio a pezzetti e il formaggio a fettine.
  3. Assembliamo le lasagne procedendo in questo modo: per prima cosa un leggero strato di besciamella, quindi le sfoglie di pasta all’uovo, poi besciamella, formaggio e radicchio, proseguendo così fino ad esaurire gli ingredienti. Io ho realizzato 4 strati di pasta. Abbondiamo con la besciamella sull’ultimo strato.
  4. Proteggiamo la teglia con un foglio di alluminio e inforniamo a 200° per circa 30 minuti, eliminando il foglio durante gli ultimi 10 minuti di cottura, per far creare la crosticina.

 

  1. https://blog.giallozafferano.it/odoredifelicita/

GIUSTI

di Jorge Luis Borges

Un uomo che coltiva il suo giardino, come voleva Voltaire.
Chi è contento che sulla terra esista la musica.
Chi scopre con piacere una etimologia.
Due impiegati che in un caffè del Sud giocano in silenzio agli scacchi.
Il ceramista che intuisce un colore e una forma.
Il tipografo che compone bene questa pagina che forse non gli piace.
Una donna e un uomo che leggono le terzine finali di un certo canto.
Chi accarezza un animale addormentato.
Chi giustifica o vuole giustificare un male che gli hanno fatto.
Chi è contento che sulla terra ci sia Stevenson.
Chi preferisce che abbiano ragione gli altri.
Tali persone, che si ignorano, stanno salvando il mondo.

Solo per oggi

cercherò di vivere alla giornata senza voler risolvere i problemi della mia vita tutti in una volta.
Solo per oggi

avrò la massima cura del mio aspetto: vestirò con sobrietà, non alzerò la voce, sarò cortese nei modi,

non criticherò nessuno, non cercherò di migliorare o disciplinare nessuno tranne me stesso.
Solo per oggi

sarò felice nella certezza che sono stato creato per essere felice non solo nell’altro mondo, ma anche in questo.
Solo per oggi

mi adatterò alle circostanze, senza pretendere che le circostanze si adattino ai miei desideri.
Solo per oggi

dedicherò dieci minuti del mio tempo a sedere in silenzio ascoltando Dio,

ricordando che come il cibo è necessario alla vita del corpo, così il silenzio e l’ascolto sono necessari alla vita dell’anima.
Solo per oggi,

compirò una buona azione e non lo dirò a nessuno.
Solo per oggi

mi farò un programma: forse non lo seguirò perfettamente, ma lo farò.

E mi guarderò dai due malanni: la fretta e l’indecisione.
Solo per oggi

saprò dal profondo del cuore, nonostante le apparenze, che l’esistenza si prende cura di me come nessun altro al mondo.
Solo per oggi

non avrò timori.

In modo particolare non avrò paura di godere di ciò che è bello

e di credere nell’Amore.
Posso ben fare per 12 ore ciò che mi sgomenterebbe se pensassi di doverlo fare tutta la vita.