400 gr ceci in scatola 1 mazzetto rucola 2 cucchiai sesamo semi 30 gr quartirolo 1 cucchiaio aceto mele q.b. olio di oliva extravergine q.b. sale q.b. pepe . Preparazione 1) Sbriciolate il quartirolo e frullatelo nel mixer con l’aceto, un mestolino di acqua, 2-3 cucchiai di olio, sale e pepe fino a ottenere una salsina liscia e omogenea. 2) Sciacquate i ceci velocemente sotto l’acqua corrente, sgocciolateli bene e metteteli in una ciotola. 3) Pulite la rucola, lavatela, asciugatela, spezzettate grossolanamente le foglie con le mani e unitele ai ceci. 4) Condite l’insalata con la salsina, poi cospargete con i semi di sesamo e mescolate bene.

ingredienti

 

Preparazione

1) Sbriciolate il quartirolo e frullatelo nel mixer con l’aceto, un mestolino di acqua, 2-3 cucchiai di olio, sale e pepe fino a ottenere una salsina liscia e omogenea.

2) Sciacquate i ceci velocemente sotto l’acqua corrente, sgocciolateli bene e metteteli in una ciotola.

3) Pulite la rucola, lavatela, asciugatela, spezzettate grossolanamente le foglie con le mani e unitele ai ceci.

4) Condite l’insalata con la salsina, poi cospargete con i semi di sesamo e mescolate bene.

 

Quando ti avrò raggiunto sulla sponda del fiume di luce e tu mi chiederai che ho fatto tant’anni senza di te, io ti risponderò: “Ho continuato il colloquio”. Tu riderai per dolcezza tutto il riso de’ tuoi bianchi denti, e cingerai le mie spalle col tuo gesto securo di despota. E lungo i prati di viole che fioriscono solo pei morti continueremo il colloquio.

come cuocere la polenta istantanea . Seguendo le dosi indicate sulla confezione sarà sufficiente far scaldare l’acqua salata in una pentola capiente, versare a pioggia la farina e mescolare energicamente per pochi minuti. Voilà. E’ davvero semplicissimo. Ripetiamo le istruzioni per fare la polenta istantanea: Fate bollire l’acqua mettendo sale a piacere Quando l’acqua è calda, versa la polenta a pioggia Nel frattempo inizia a mescolare, possibilmente con un mestolo di legno Di solito dopo circa 8 minuti è pronta Se la vuoi più densa e meno liquida cuocila di più Se inizia ad attaccarsi aggiungi un po’ d’acqua Le dosi della polenta istantanea? I pacchi di solito sono da 4 o 5 persone, ma se non vuoi pesarla considera che 5 cucchiai di polenta con 250ml d’acqua equivalgono a una porzione per una persona.

Stanno i giorni futuri innanzi a noi come una fila di candele accese – dorate, calde, e vivide. Restano indietro i giorni del passato, penosa riga di candele spente: le più vicine dànno fumo ancora, fredde, disfatte, e storte. Non le voglio vedere: m’accora il loro aspetto, la memoria m’accora del loro antico lume. E guardo avanti le candele accese. Non mi voglio voltare, ch’io non scorga, in un brivido, come s’allunga presto la tenebrosa riga, come crescono presto le mie candele spente.

un vecchio

UN VECCHIO

Interno di caffè. Frastuono. A un tavolino
siede appartato un vecchio. È tutto chino,
con un giornale avanti a sé, nessuna compagnia.
E pensa, nella triste vecchiezza avvilita,
a quanto poco egli godé la vita
quando aveva bellezza, facondia, e vigoria.
Sa ch’è invecchiato molto: lo sente, lo vede.
Ma il tempo ch’era giovane lo crede
quasi ieri. Che spazio breve, che spazio breve.
Riflette. A come la Saggezza l ‘ha beffato.
Se n’era in tutto (che pazzia!) fidato:
«Domani. Hai tanto tempo» -l a bugiarda diceva.
Gioie sacrificate… ogni slancio represso…
Ricorda. Ogni occasione persa, adesso
suona come uno scherno al suo senno demente.
Fra tante riflessioni, in tutta quella pioggia
di memorie, è stordito il vecchio. Appoggia
il capo al tavolino del caffè… s’addormenta.

La porta è socchiusa

“La porta è socchiusa” di Anna Achmàtova

La porta è socchiusa,
dolce respiro dei tigli...
Sul tavolo, dimenticati,
un frustino ed un guanto.

Giallo cerchio del lume...
Tendo l’orecchio ai fruscii.
Perché sei andato via?
Non comprendo...

Luminoso e lieto
domani sarà il mattino.
Questa vita è stupenda,
sii dunque saggio, cuore.

Tu sei prostrato, batti
più sordo, più a rilento...
Sai, ho letto
che le anime sono immortali.