Lasagne con funghi in scatola

Ingredienti per 4 persone

3 fogli di lasagne all’uovo
1 scatola di funghi al naturale
1 spicchio d aglio
1/2 bicchiere di vino bianco
2 fette di prosciutto cotto (facoltative)
100g di formaggio filante
1 l di besciamella
3 cucchiai di formaggio grattug
sale marino iodato fine
pepe nero macinato
prezzemolo fresco
Scolare i funghi della loro acqua, passarli in una padella con l’ aglio, il prezzemolo, sale e pepe e sfumare con il vino bianco.

Preparare la besciamella aromatizandola con pepe e noce moscata.
Disporre sulla tegli uno strato di besciamella, la pasta all uovo, ancora un pò di besciamella i funghi i prosciutto il formaggio a dadini e una spoverata di formaggio grattug, ricoprire con un nuovo strato di pasta e procedere come il precedente, concludere con abbondante besciamella e una spolverata di formaggio grattug.Infornare a 180° per 25 min, lasciare riposare qualche minuto

 

 

https://www.profumodisicilia.net/

Il berretto

Cosa serve 

2 gomitoli di lana

telaio a 36 pioli

Come si fa

Nel video vi mostro come si montano le maglie sul telaio, come si lavorano e come si smontano alla fine.

Per creare il berretto ho lavorato i primi 10 cm normalmente, poi ho preso le maglie interne al telaio e le ho rimontate sul telaio.

In questo modo ho creato quella bordura doppia del berretto, che poggia sulla fronte.

Dopo di questo passaggio ho continuato a lavorare di consueto fino al raggiungimento della lunghezza desiderata.

Alla fine ho smontato le maglie e ho cucito in alto, tirando il filo in modo che la punta si restringesse.

Salagadula megicabula bibbidi-bobbidi-bu
Se le pronunci che avviene laggiù?
Bibbidi-bobbidi-bu

Salagadula megicabula bibbidi-bobbidi-bu
Fa la magia tutto quel che vuoi tu
Bibbidi-bobbidi-bu

Salagadula dà
megicabula fa
ma la formula inver che val di più
è bibbidi-bobbidi-bu

Salagadula megicabula bibbidi-bobbidi-bu
Fa la magia tutto quel che vuoi tu
Bibbidi-bobbidi-bu

Salagadula megicabula bibbidi-bobbidi-bu
Se le pronunci che avviene laggiù?
Bibbidi-bobbidi-bu

Salagadula megicabula bibbidi-bobbidi-bu
Fa la magia tutto quel che vuoi tu
Bibbidi-bobbidi-bu

Salagadula dà
megicabula fa
ma la formula inver che val di più
è bibbidi-bobbidi-bu

Salagadula megicabula bibbidi-bobbidi-bu
Fa la magia tutto quel che vuoi tu
bibbidi-bobbidi
bibbidi-bobbidi
bibbidi-bobbidi-bu

polenta allo stracchino

ingredienti

Polenta:

  • 250 g di farina gialla per polenta
  • 1 l di acqua circa
  • sale

Inoltre:

  • 250 g di stracchino cremoso Granarolo
  • 25 g di burro
  • pepe
  • timo

Decorazione:

  • 80 g di speck a fette

 

 

 

Preparazione

1
Polenta: portate ad ebollizione l’acqua salata. Versate la farina a pioggia e mescolate continuamente con una frusta in modo da evitare la formazione di grumi. Cuocete la polenta rimestandola in continuazione
2
Allontanate dal calore e unite il burro, il timo e il pepe amalgamando gli ingredienti.
3
Aggiungete anche 150 g di stracchino miscelando con cura.
4
Distribuite la polenta su una placca foderata con carta da forno e livellatela all’altezza di 1 cm. Lasciate raffreddare. Poco prima di servire con il tagliapasta a forma di cuore di 7×6 cm incidete i cuoricini.
5
Allineate i cuoricini sulla placca del forno, pennellateli con poco burro e fateli riscaldare a 180° per 10 minuti.
6
Spalmate le fette di speck con lo stracchino residuo.
7
Arrotolate le fettine di speck e tagliatele a rondelline.
8
Sfornate i cuoricini e guarniteli con le rondelline di speck e stracchino
https://www.granarolo.it/

Polenta con stracchino e funghi

 

  • 1 confezione da 500 g di farina per polenta precotta
  • Sugo:
    • 300 g di funghi misti (freschi o surgelati)
    • 70 ml di vino bianco
    • 2 spicchi d”aglio
    • 2 foglie di alloro
    • prezzemolo
    • 20 g di olio extravergine d”oliva
    • 10 g di burro
    • sale, pepe
    • 180 g di stracchino

 

 

 

Preparazione

1
Preparate la polenta seguendo le indicazioni riportate sulla confezione.
2
Quando sarà cotta e soda, rovesciatela in una pirofila di cm 11X23 imburrata e lasciatela rassodare.
3
Sugo: in una padella scaldate l’olio e imbiondite l’aglio tritato.
4
Unite i funghi ben puliti a pezzetti.
5
Aromatizzate con l’alloro, sale e pepe.
6
Cuocete a fuoco vivace per 2-3 minuti, bagnate con il vino bianco e lasciate evaporare.
7
Proseguite la cottura a fuoco moderato per 30 minuti circa, aggiungendo acqua all’occorrenza.
8
Tagliate a fette la polenta fredda e ponetela sulla placca del forno protetta con carta oleata.
9
Grigliatela in forno a 200° per 10 minuti.
10
Sfornate e ricoprite le fette di polenta con lo stracchino.
11
Al centro distribuite anche un poco di salsa di funghi.
12
Ponete nuovamente a gratinare in forno per alcuni minuti.
https://www.granarolo.it/

 

Credimi figlia mia, la grande avventura della vita è quella di essere te stessa, senza lasciarti condizionare da quello che gli altri vogliono tu sia, per la loro pace mentale, per la loro utilità, per ciò che ritengono essere adeguato. Probabilmente la tua Libertà di Essere, scatenerà isolamento, solitudine, tentativi di manipolazione, gelosie e incomprensioni. Ricorda che tutto questo è parte del seme, fa parte del processo di apertura del guscio, è il rumore della schiusa, è il seme che fiorendo lascia andare tutto ciò che era prima. Osare fiorire oggi, in questi tempi di deserto, presuppone un grande coraggio, un grande potere, è la più Alta Rivoluzione. E sai perchè figlia? perchè quando tu fiorisci, fiorisce anche la speranza. Ada Luz Márquez Hermana Águila ( tratto dalla pagina ” nel nome della madre”

Città vecchia

UMBERTO SABA, Città vecchia, (Il Canzoniere, Trieste, 1921).

Spesso, per ritornare alla mia casa
prendo un’oscura via di città vecchia.
Giallo in qualche pozzanghera si specchia
qualche fanale, e affollata è la strada.

Qui tra la gente che viene che va
dall’osteria alla casa o al lupanare,
dove son merci ed uomini il detrito
di un gran porto di mare,
io ritrovo, passando, l’infinito
nell’umiltà.

Qui prostituta e marinaio, il vecchio
che bestemmia, la femmina che bega,
il dragone che siede alla bottega
del friggitore,
la tumultuante giovane impazzita
d’amore,
sono tutte creature della vita
e del dolore;
s’agita in esse, come in me, il Signore.

Qui degli umili sento in compagnia
il mio pensiero farsi
più puro dove più turpe è la via.