Monthly Archives: gennaio 2019

Piadina rucola prosciutto e mozzarella Ingredienti Mozzarella Prosciutto Rucola fresca Piadina Preparazione Scaldate una padella dal fondo basso e cuocete le piadine su entrambi i lati per 2 minuti. Una volta cotta farcitela con mozzarella prosciutto e rucola fresca.

Piadina rucola prosciutto e mozzarella Ingredienti Mozzarella Prosciutto Rucola fresca Piadina Preparazione Scaldate una padella dal fondo basso e cuocete le piadine su entrambi i lati per 2 minuti. Una volta cotta farcitela con mozzarella prosciutto e rucola fresca.

Piadipizza

  Piadipizza https://www.gnamgnam.it/   Ingredienti 1 piadina 100 ml di passata di pomodoro 50 g di mozzarella 1 cucchiaino di parmigiano grattugiato basilico olio extravergine d’oliva sale     Mescolate la passata con un po’ di sale. Mettete la piadina su una teglia, io ci ho messo la carta da forno. Aggiungete la passata di [Continue]

Piadipizza in padella

piadipizza in padella. http://cucina.fidelityhouse.eu/ Ingredienti 1 piadina 300 ml di passata di pomodoro 2 mozzarella 1 spicchio d’aglio q.b di sale q.b di origano q.b di olio extravergine d’oliva Preparazione Per iniziare la preparazione della piadipizza in padella dovete innanzitutto sbriciolare la mozzarella e disporla su un colapasta, in modo tale che rilasci l’acqua in eccesso. Prendete un [Continue]

Torta di semolino con asiago e speck

http://nonsolopasticcidifaby.blogspot.com/ INGREDIENTI: 1 l latte 250 gr. semolino 20 gr. burro 1/2 cucchiaino noce moscata grattugiata 1 cucchiaino sale fino 2 uova 120 gr. asiago 80 gr. speck parmigiano grattugiato q.b. qualche fiocchetto di burro PROCEDIMENTO: In una pentola capiente portare ad ebollizione il latte con la noce moscata, il sale ed il burro. Quando [Continue]

Sformato di semolino

250 gr di semolino Un litro di latte due uova 60 gr di parmigiano grattugiato 100 gr di Burro Sale Prosciutto cotto Scamorza affumicata   Mettere sul fuoco in una casseruola il latte, e quando bolle versateci a pioggia il semolino girando continuamente con un cucchiaio affinché non si formino grumi. Lavorare il composto facendo [Continue]

Viene adagio la sera, camminando tra gli alberi lontani nella neve e silenziosa preme le sue guance fredde alle finestre, per spiare. E nelle case cresce il buio. I vecchi sulle sedie pensano, le madri sono come regine, i bambini lasciano da parte i giochi e le ragazze non filano più. La sera fuori tende [Continue]

Solo per oggi, e domani ancora… Alzati presto. Fai un sorriso Lascia andare i sensi di colpa, non guardarti indietro. Fai un piano, credi in te stesso. Goditi cio’ che sei. Accetta la tua umanità. Chiedi aiuto, e accetta cio’ che gli altri hanno da darti. Ringrazia. Cambia, senza indugio e con coraggio. Accetta cio’ [Continue]

“Quella sera, invece di venire a rintanarsi verso le dieci nel chiosco, prese un giro piú alla lontana per le vie del Macao. Avrebbe trovato freddo il suo covo notturno, e piú freddo avrebbe sentito a star lì fermo, seduto. Ma, alla fine, si stancò. Prima d’entrare nel chiosco volle guardare il punto della piazza, ove lo scaldino era schizzato, come se gli potesse venire di là un po’ di caldo. Dal caffè posticcio venivano le stridule note del pianofortino e, a quando a quando, gli scrosci d’applausi e i fischi degli avventori. Papa–re col bavero del pastrano logoro tirato fin sopra gli orecchi, le mani gronchie dal freddo, strette sul petto con le poche copie del giornale che gli erano rimaste, si fermò un pezzo a guardare dietro il vetro appannato della porta. Si doveva star bene, lì dentro, con un poncino caldo in corpo. Brrr! s’era rimessa la tramontana, che tagliava la faccia e sbiancava finanche il selciato della piazza. Non c’era piú una nuvola in cielo e pareva che anche le stelle lassú tremassero tutte di freddo”. Luigi Pirandello, Lo scaldino