Ragù di lenticchie

Prepariamo il soffritto

Mettete in ammollo le lenticchie per una notte. In una pentola capiente soffriggete i due spicchi di aglio interi in abbondante olio extravergine d’oliva. Nel frattempo tritate finemente la cipolla, la carota e il sedano. Quando l’aglio sarà dorato aggiungete anche le verdure e un pizzico di sale. Fate cucinare per qualche minuto a fiamma moderata, mescolando spesso per evitare che il soffritto attacchi al fondo della pentola.

Completiamo e cuociamo il ragù

Scolate le lenticchie dall’acqua di ammollo e sciacquatele bene. Aggiungetele al soffritto e fatele saltare qualche minuto per insaporirle. A questo punto rimuovete i due spicchi di aglio. Versate la passata di pomodoro e coprite il tutto con due mestoli di brodo caldo. Salate e pepate e lasciate cuocere il ragù per 30-40 minuti a fiamma bassa e con un coperchio, fino a che le lenticchie saranno cotte ma non sfatte. Tenete controllato il ragù durante la cottura e se dovesse asciugarsi troppo aggiungete poco brodo bollente alla volta. Il risultato finale dovrà però essere un ragù abbastanza denso, per cui se necessario togliete il coperchio per gli ultimi minuti di cottura per farlo asciugare.

 

 

Vegolosi.it – Magazine di ricette vegane

Comments are closed.