Spezzatino di soia al pomodoro e rosmarino

Per due persone vi occorrono

  • 500 g di passata di pomodoro rustica (ma se preferite i pelati usate pure quelli)
  • 200 g di bocconcini di soia per spezzatino
  • 2 patate grandi
  • 1 spicchio d’aglio
  • tutta la cipolla che trovate in casa
  • rosmarino fresco o in polvere, come se piovesse

Prendete i bocconcini di soia disidratati, fatevi coraggio e metteteli in una bacinella con dell’acqua tiepida, in ammollo per 30 minuti.
In quei 30 minuti, sforzandovi di non pensare che la soia sembra cibo per cani, cominciate a preparare il sugo dello spezzatino. Mettete in una pentola antiaderente cipolla, aglio, abbondante olio e fate un bel soffrittino (se ne avete in casa, carote e sedano sarebbero un extra non da poco): quando la cipolla è morbida, togliete l’aglio e aggiungete la passata di pomodoro, le patate tagliate piccole, abbondante rosmarino, un pizzico di sale e un bel bicchiere d’acqua.
Trascorso il tempo indicato prendete i bocconcini di soia, strizzateli e metteteli nella pentola insieme al sugo, aggiugendo ancora rosmarino: il rosmarino è quello che salverà la pietanza, quindi non fatevi scrupolo e abbondate, specialmente se avete il rosmarino in polvere.
C’è chi dice che a questo punto basterebbe mescolare per considerare la missione compiuta, ma io credo che i bocconcini di soia debbano cuocere un bel po’ nel sugo per avere un sapore accettabile: versate dunque in pentola un po’ di acqua per volta affinchè il sugo non si asciughi troppo e fate cuocere i bocconini di soia almeno mezz’ora.
Quando le patate sono perfettamente tenere e lo spezzatino di soia ha assorbito un po’ di sugo, aggiustate il sale se necessario e servite subito

https://www.labna.it/

Comments are closed.