Monthly Archives: giugno 2019

“La mia maschera è pronta. Comincia la giornata. Passano i giorni, gli anni. -sorriso perenne- sguardo sempreverde. Il sole della mia espressione scalda coloro che mi stanno intorno. I conti tornano, la vita avanza. Va bene così. Rientro in casa, passo oltre le stanze dotate di specchio. Il sipario è calato, sono sola. Poso la [Continue]

“Sono morto troppe volte credendo e aspettando, aspettando in una stanza fissando il soffitto scalcinato aspettando il telefono, una lettera, un colpo all’uscio, uno squillo…   -Charles Bukowski-”

Amo tutto ciò che è stato, tutto quello che non è più, il dolore che ormai non mi duole, l’antica e erronea fede, l’ieri che ha lasciato dolore, quello che ha lasciato allegria solo perché è stato, è volato e oggi è già un altro giorno.

Amo tutto ciò che è stato, tutto quello che non è più, il dolore che ormai non mi duole, l’antica e erronea fede, l’ieri che ha lasciato dolore, quello che ha lasciato allegria solo perché è stato, è volato e oggi è già un altro giorno.     Fernando Pessoa

Ada Negri: Il dono

  Il dono eccelso che di giorno in giorno e d’anno in anno da te attesi, o vita (e per esso, lo sai, mi fu dolcezza anche il pianto), non venne: ancor non venne. Ad ogni alba che spunta io dico: “È oggi”: ad ogni giorno che tramonta io dico: “Sarà domani”. Scorre intanto il [Continue]

La Differenza

Penso e ripenso: – che mai pensa l’oca gracidante alla riva del canale? Pare felice! Al vespero invernale protende il collo, giubilando roca. Salta starnazza si rituffa gioca: né certo sogna d’essere mortale né certo sogna il prossimo Natale né l’armi corruscanti della cuoca. – O papera, mia candida sorella, tu insegni che la Morte [Continue]