Mese: Febbraio 2022

speranze

  «Nel bel mezzo dell’odio, ho trovato che c’era, dentro di me, un invincibile amore. Nel bel mezzo delle lacrime, ho trovato che c’era, dentro di me, un invincibile sorriso. Nel bel mezzo del caos, ho trovato che c’era, dentro di me, un’invincibile calma. Nel bel mezzo dell’inverno, ho infine imparato che vi era in [Continue]

Pancarré in carrozza al forno con prosciutto e mozzarella

Ingredienti 12 fettePancarré 200 gProsciutto cotto 250 gMozzarella 3Uova 2 cucchiaiLatte q.b.Pangrattato Preparazione   Tagliamo a fettine sottili la mozzarella e mettiamola in un setaccio a scolare il siero in eccesso. Prepariamo due piatti in cui metteremo, rispettivamente, le uova sbattute col latte ed il pangrattato. Foderiamo una teglia con carta forno e accendiamo il [Continue]

Il rimedio migliore quando si è tristi

Il rimedio migliore quando si è tristi — replicò Merlino, cominciando ad aspirare e mandar fuori boccate di fumo — è imparare qualcosa. E’ l’unico che sia sempre efficace. Invecchi e ti tremano mani e gambe, non dormi alla notte per ascoltare il subbuglio che hai nelle vene, hai nostalgia del tuo unico amore, vedi [Continue]

Se ci fosse qualcuno…

Se ci fosse qualcuno. Qualcuno. Almeno uno. Almeno. Per camminare insieme, per parlare insieme, per giocare insieme. Se non si fosse soli, così soli. Se non si fosse i soli a morire in questa città. Se ci fosse qualcuno, uno almeno, almeno un altro. Per avere meno paura. Per avere paura insieme.   Ernst Ludwig [Continue]

cicoria surgelata

Versate il contenuto della confezione in una pentola diacqua bollente salata e cuocete per 10 minuti. Una volta scongelata, asciugate le foglie verdi e poi utilizzatele come preferite: potete tagliarle a pezzetti e gustarle crude in insalata, o meglio ancora cuocerle per usarle in altre ricette. In alternativa potete cuocere la cicoria surgelata in padella. [Continue]

LE COSE

Le monete, il bastone, il portachiavi, la pronta serratura, i tardi appunti che non potranno leggere i miei scarsi giorni, le carte da gioco e la scacchiera, un libro e tra le pagine appassita la viola, monumento d’una sera di certo inobliabile e obliata, il rosso specchio a occidente in cui arde illusoria un’aurora. Quante [Continue]

“La cosa migliore da fare quando si è tristi”, replicò Merlino, cominciando a soffiare e sbuffare, “è imparare qualcosa. È l’unica cosa che non fallisce mai. Puoi essere invecchiato, con il tuo corpo tremolante e indebolito, puoi passare notti insonni ad ascoltare la malattia che prende le tue vene, puoi perdere il tuo solo amore, puoi vedere il mondo attorno a te devastato da lunatici maligni, o sapere che il tuo onore è calpestato nelle fogne delle menti più vili. C’è solo una cosa che tu possa fare per questo: imparare. Impara perché il mondo si muove, e cosa lo muove. Questa è l’unica cosa di cui la mente non si stancherà mai, non si alienerà mai, non ne sarà mai torturata, né spaventata o intimidita, né sognerà mai di pentirsene. Imparare è l’unica cosa per te. Guarda quante cose ci sono da imparare”.

“ [T. H. White]