Category: pensieri

Luciano De Crescenzo

l fine della vita è il piacere, ma non il piacere dei dissoluti e dei gaudenti, come credono alcuni ignoranti che non ci vogliono capire, bensì il non soffrire, per quanto riguarda il corpo, e il non turbarsi per quanto riguarda l’anima.   Il segreto della vita è la distrazione, ovvero il dimenticarsi che esiste [Continue]

Un fanciullo amava molto il pollo e aveva gran paura dei lupi. Una sera, mentre dormiva sul suo letto, fece un sogno: egli era solo nella foresta e cercava funghi. A un tratto, un lupo balzò da una macchia e si gettò su di lui. Spaventato, il fanciullo si mise a gridare: «Aiuto! Aiuto! Mi vuol mangiare!» Il lupo gli disse: «Aspetta a gridare: io non ti mangerò, voglio soltanto discutere con te». E il lupo si mise a parlare come fosse un uomo. Disse: «Tu hai paura che io ti mangi. Ma tu? Non ti piacciono forse i polli?». «Sì!». «Eppure li mangi, perché? Essi sono vivi come te, i piccoli polli. Va a vedere la mattina, come li pigliano, come il cuoco li porta in cucina e taglia loro il collo, e ascolta la loro madre gridare perché le hanno tolto i suoi piccini. Non hai mai osservato tutto questo?» «No», rispose il fanciullo. «No, davvero? Ebbene, guarda meglio! Del resto, per ora, sono io che ti mangerò. A modo tuo, tu non sei altro che un piccolo pollo: è deciso, ti mangerò». Il lupo si gettò sul fanciullo che gridò spaventato: «Ahi! Ahi! Ahi!» E si svegliò. Da quel giorno, egli smise di mangiar carne: fosse di bue, di montone o di pollo.

Vorrei che tu per una volta te ne fregassi. Che imparassi a dire di no, come sanno dirlo gli altri. Senza per questo sentirti in colpa. Vorrei che non pensassi di essere sempre meno di chi ti sta intorno. Che non ti domandassi ogni volta: «Dove ho sbagliato?». Vorrei che ti rendessi conto che la [Continue]

Vita con Lloyd

Vita con Lloyd “Sono giorni che evita le emozioni, sir” “È che mi sento fragile, Lloyd. Ho paura di andare in pezzi se mi lascio toccare dagli eventi” “Sir, la fragilità non dipende mai da ciò che accade fuori, ma dal vuoto che c’è dentro” “Dici che non mi devo preoccupare di queste crepe sull’anima, [Continue]