Category: poesie

Prendi un sorriso

“Prendi un sorriso” Prendi un sorriso, regalalo a chi non l’ha mai avuto. Prendi un raggio di sole fallo volare là dove regna la notte. Scopri una sorgente fa bagnare chi vive nel fango. Prendi una lacrima, posala sul volto di chi non ha pianto. Prendi il coraggio, mettilo nell’animo di chi non sa lottare. [Continue]

Riprova

  Le mattine di domenica, d’inverno, alle prime ore: le strade lavate da poco, l’aria fresca, limpida, l’odore delle brioches dai caffè, la follia degli uccelli… Come se la vita ti dicesse: guarda, sono qui, riprova.   KARMELO C. IRIBARREN

Mare al mattino

Fermarmi qui. Per vedere anch’io un po’ la natura. Luminosi azzurri e gialle sponde del mare al mattino e del cielo limpido: tutto è bello e in piena luce. Fermarmi qui. E illudermi di vederli (e davvero li vidi un attimo appena mi fermai); e non vedere anche qui le mie fantasie, i miei ricordi, [Continue]

Ho pena delle stelle

Ho pena delle stelle che brillano da tanto tempo, da tanto tempo… Ho pena delle stelle. Non ci sarà una stanchezza delle cose, di tutte le cose, come delle gambe o di un braccio? Una stanchezza di esistere, di essere, solo di essere, l’essere triste lume o un sorriso… Non ci sarà dunque, per le [Continue]

Amorosa anticipazione

Amorosa anticipazione, contenuta nella raccolta Luna di fronte (1925): Né l’intimità della tua fronte chiara come una festa né l’abitudine del tuo corpo, ancora misterioso e tacito e da bambina, né la successione della tua vita assumendo parole o silenzi saranno favore tanto misterioso come guardare il tuo sonno implicato nella veglia delle mie braccia. [Continue]

Poema dell’amicizia:

Jorge Luis Borges Poema dell’amicizia: Non posso darti soluzioni per tutti i problemi della vita, Non ho risposte per i tuoi dubbi o timori, però posso ascoltarli e dividerli con te. Non posso cambiare né il tuo passato né il tuo futuro, però quando serve starò vicino a te. Non posso evitarti di precipitare, solamente [Continue]

Jorge Luis Borges

Jorge Luis Borges  Il rimorso: Ho commesso il peggiore dei peccati che un uomo possa commettere. Non sono stato felice. Che i ghiacciai dell’oblio possano travolgermi e disperdermi, senza pietà. I miei mi generarono per il gioco rischioso e stupendo della vita, per la terra, l’acqua, l’aria, il fuoco. Li frodai. Non fui felice. Realizzata [Continue]

La Mia Sera,

La Mia Sera, di Giovanni Pascoli Il giorno fu pieno di lampi; ma ora verranno le stelle, le tacite stelle. Nei campi c’è un breve gre gre di ranelle. Le tremule foglie dei pioppi trascorre una gioia leggiera. Nel giorno, che lampi! Che scoppi! Che pace, la sera! Si devono aprire le stelle nel cielo [Continue]