Category: poesie

Il gatto in un appartamento vuoto

    Morire – questo a un gatto non si fa. Perché cosa può fare il gatto in un appartamento vuoto? Arrampicarsi sulle pareti. Strofinarsi tra i mobili. Qui niente sembra cambiato, eppure tutto è mutato. Niente sembra spostato, eppure tutto è fuori posto. E la sera la lampada non brilla più. Si sentono passi [Continue]

Piaceri

Piaceri ~ Poesia di Bertolt Brecht Dipinto di Danhui Nai Piaceri  Il primo sguardo dalla finestra al mattino il vecchio libro ritrovato volti entusiasti neve, il mutare delle stagioni il giornale il cane la dialettica fare la doccia, nuotare musica antica scarpe comode capire musica moderna scrivere, piantare viaggiare cantare essere gentili. Bertolt Brecht, Piaceri [Continue]

Paura

di Umberto Saba, Nel mio cuor dubitoso sento bene una voce che mi dice: “Veramente potresti essere felice.” Lo potrei, ma non oso.

Candele

Stanno i giorni futuri innanzi a noi come una fila di candele accese, dorate, calde, e vivide. Restano indietro i giorni del passato, penosa riga di candele spente: le più vicine danno fumo ancora, fredde, disfatte, e storte. Non le voglio vedere: m’accora il loro aspetto, la memoria m’accora del loro antico lume. E guardo [Continue]

Se mi ami non piangere!

Se tu conoscessi il mistero immenso del cielo dove ora vivo, se tu potessi vedere e sentire quello che io vedo e sento in questi orizzonti senza fine, e in questa luce che tutto investe e penetra, tu non piangeresti se mi ami. Qui si è ormai assorbiti dall’incanto di Dio, dalle sue espressioni di [Continue]

Sono nella stanza accanto

Charles Peguy –   L’amore non svanisce mai. La morte non è niente, io sono solo andato nella stanza accanto. Io sono io. Voi siete voi. Ciò che ero per voi lo sono sempre. Datemi il nome che mi avete sempre dato. parlatemi come mi avete sempre parlato. Non usate un tono diverso. Non abbiate [Continue]

La morte non è niente

di Henry Scott Holland La morte non è niente. Sono solamente passato dall’altra parte: è come fossi nascosto nella stanza accanto. Io sono sempre io e tu sei sempre tu. Quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora. Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, che ti è familiare; parlami nello [Continue]